Calabria judaica - Sud ebraico

Calabria judaica ~ Sud ebraico
Storia, cultura e attualità ebraiche in Calabria
con uno sguardo al futuro e a tutto il Meridione

Secondo una leggenda, che attesta l'antica frequentazione orientale della nostra regione, Reggio fu fondata da Aschenez, pronipote di Noé.
La sinagoga del IV secolo, ricca di mosaici, di Bova Marina, è la più antica in Occidente dopo quella di Ostia Antica; a Reggio fu stampata la prima opera in ebraico con indicazione di data, il commento di Rashì alla Torah; Chayim Vital haQalavrezì, il calabrese, fu grande studioso di kabbalah, noto anche con l'acronimo Rachu.
Nel Medioevo moltissimi furono gli ebrei che si stabilirono in Calabria, aumentando fino alla cacciata all'inizio del XVI secolo; tornarono per pochi anni, richiamati dagli abitanti oppressi dai banchieri cristiani, ma furono definitivamente cacciati nel 1541, evento che non fu estraneo alla decadenza economica della Calabria, in particolare nel settore legato alla lavorazione della seta.
Dopo l’espulsione definitiva, gli ebrei (ufficialmente) sparirono, e tornarono temporaneamente nella triste circostanza dell’internamento a Ferramonti; oggi non vi sono che isolate presenze, ma d'estate la Riviera dei Cedri si riempie di rabbini che vengono a raccogliere i frutti per la celebrazione di Sukkot (la festa delle Capanne).
Questo blog è dedito in primo luogo allo studio della storia e della cultura ebraica in Calabria; a
ttraverso questo studio vuole concorrere, nei suoi limiti, alla rinascita dell'ebraismo calabrese; solidale con l'unica democrazia del Medio Oriente si propone come ponte di conoscenza e amicizia tra la nostra terra e Israele.

IN PRIMO PIANO: eventi e appuntamenti

GIORNO DELLA MEMORIA 2017: INIZIATIVE IN CALABRIA

c

c

martedì 24 gennaio 2017

Giorno della memoria 2017: Anpi di Catanzaro

Giornata della Memoria, le iniziative dell'Anpi
All’Istituto Casalinuovo di Catanzaro Lido verrà allestita anche una mostra
Come avviene da anni in occasione del 27 gennaio, il Comitato Provinciale dell’ANPI unitamente alle Sezioni di Soverato, del Reventino, di Cropani/Sersale si prepara a partire da mercoledì 25 a celebrare con la dovuta attenzione e senza retorica la Giornata della Memoria. Attività ed iniziative che intrecciano sempre il valore della Storia e della Memoria.
Non basta solo ricordare; non serve limitarsi al ricordo doloroso per le tragedie del nazifascismo. È necessario l’approfondimento, la conoscenza dei fatti e soprattutto sapere declinare al presente il valore della Memoria. Ricordare gli orrori della Shoah, del Porrajmos, lo sterminio degli omosessuali, degli handicappati e dei deportati politici è senz’altro di primaria importanza. Ma accanto a questo è necessario fermarsi sui tanti orrori che stanno avvenendo oggi nel mondo civile e nella civilissima Europa. Muri e fili spinati; persecuzioni e morte non sono solo fatti di ieri. Avvengono sotto i nostri occhi e bene facciamo a parlarne in questi giorni.
Luoghi privilegiati degli incontri saranno le scuole. All’Istituto Casalinuovo di Catanzaro Lido dove verrà allestita anche una mostra, il 27 gennaio se ne parlerà con Concetta Carrozza, il Presidente dell’ANPI Mario Vallone e Don Giacomo Panizza della Comunità Progetto Sud. A Soverato all’Istituto Tecnico Calabretta il 25 e all’Istituto U.Foscolo il 27 con i Dirigenti Scolastici Domenico Servello e Maria Spano; il Presidente della Sezione Fausto Pettinato e Germano Di Marco dell’Aned. A Botricello all’I.I.S: con Rosetta Falbo, il Francesco Bruno e il Presidente della Sez. Intercomunale Salvatore Borelli. Altre iniziative in programmazione all’Istituto Rodari di Soveria Mannelli-Carlopoli.

Oltre alle scuole, il 27 nella sala del Consiglio Comunale di Gasperina, incontro con la cittadinanza al quale parteciperà il prof. Charlie Barnao sociologo dell’UMG. A Soverato incontro serale alla “Libreria Non ci resta che leggere” con Domenico Lucano. Altra iniziativa da segnalare la sera del 27 nella sala del Consiglio comunale di Gimigliano. Per tutti gli aggiornamenti, orari e locandine si possono visitare le pagine facebook ANPI.

(Purtroppo mancano gli orari di tutti gli appuntamenti previsti)

Nessun commento: